Libreria «l'Antro di Ulisse»

... a Ferrara dal 1979!

Articoli sull'Arte della Stampa, i Libri e la Bibliofilia

Il manoscritto Voynich

Nel 1912 Wilfrid Michael Voynich (Grodno, 1865 – New York, 1930), antiquario bielorusso divenuto mercante di libri con passaporto inglese e statunitense, acquistò un misterioso manoscritto senza titolo che poi passerà alla storia come "Manoscritto Voynich". Il volume, scritto su pergamena di capretto di discreta qualità (non eccelsa), consta di 102 fogli (204 pagine) scritte ed illustrate a mano, senza che sia presente una sola correzione, né sovra-sottoscrittura di alcun genere. Vi sono anche cinque fogli ripiegati a metà, tre fogli ripiegati tre volte, un foglio piegato quattro volte ed un foglio con ben sei ripiegature. 

Gli «Emblemi» di Andrea Alciati

Giovanni Andrea Alciato o Alciati (Milano, 8 maggio 1492 – Pavia, 12 gennaio 1550) è stato un giurista e insegnante italiano, nato nel Ducato di Milano.

Nacque a Milano da una famiglia originaria di Alzate, unico figlio di Margherita Landriani, donna di nobili origini, e di Ambrogio Alciati, ricco e influente mercante, che sembra essere stato anche ambasciatore milanese a Venezia e che morì pochi anni dopo la nascita di Andrea. A Milano ricevette una formazione umanistica dai maestri Giano Lascaris, Aulo Giano Parrasio e Demetrio Calcondila e passò nel 1507 a Pavia, dove studiò diritto con Giason del Maino, Filippo Decio e Paolo Pico.

Il Voynich: uno degli ultimi misteri 'su carta'

Il manoscritto Voynich è un libro di 22,5 centimetri per 16, dallo spessore di circa 4 centimetri. È formato da 102 fogli, che danno un totale di 204 pagine scritte e illustrate. In origine, i fogli erano 116, come si è potuto dedurre dalla rilegatura dei vari fascicoli. Vi sono anche cinque fogli ripiegati a metà, tre fogli ripiegati tre volte, un foglio piegato quattro volte ed un foglio con ben sei ripiegature.

Tutto il manoscritto è fittamente coperto da una scrittura sconosciuta; si è calcolato che sono quasi 250.000 i caratteri che formano il misterioso testo, le cui principali caratteristiche quantitative sono le seguenti: le "parole" sono 4182, di queste 1284 sono presenti più di una volta; 308 appaiono da otto volte in su; 184 da quindici volte in su; 23 sono presenti da cento volte in su.

La 'Musurgia Universalis' di Athanasius Kircher

Il libro costituisce una delle "pietre miliari" della musicologia ed è stato molto influente nello sviluppo della musica occidentale - in particolare quella di J.S. Bach (1685-1750) e di L. Van Beethoven (1770-1827).

Il suo autore (Geisa, 1602 – Roma, 1680) ha vissuto e ha lavorato presso il Collegio Romano a Roma, per la maggior parte della sua vita, e la sua posizione al centro di una grande organizzazione internazionale - la Compagnia del Gesù - ha avuto due effetti molto importanti: innanzitutto ha ricevuto migliaia di lettere di Gesuiti e da altri dai luoghi più lontani e sconosciuti come la Cina e il Messico, dandogli accesso a fonti di conoscenza senza pari per lo più sconosciuti al mondo occidentale.

Ultime Discussioni

Discussioni più lette

Libreria
«l'Antro di Ulisse»

Indirizzo
via Giuseppe Fabbri, 195-201

44123 Ferrara (Italy)

Telefono                  Fax
0532 763227           178 272 4359

eMail
info@antrodiulisse.eu
(
altri contatti: U - O - Am - Ar)