Giuseppe Bertini, La Galleria del Duca di Parma. Storia di una Collezione, Ed. Nuova Alfa, 1987

Giuseppe Bertini, La Galleria del Duca di Parma. Storia di una Collezione, Ed. Nuova Alfa, 1987

45,40 [43,65 + I.V.A.]

In stock

45,40 [43,65 + I.V.A.]

Le travagliate vicende che le opere della collezione Farnesiana hanno dovuto sopportare dopo il 1734 sono in questa stessa sede ben documentate

Availability: Disponibile Categorie: ,

Descrizione

Edizione Nuova Alfa per Cassa di Risparmio di Parma, Bologna, 1987 Illustrazioni Fotografie in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 313
Dimensioni 28,5 x 31,7 x 3,3 cm. Peso 3,00 kg.
Descrizione

L’

anonimo scrivano che, nel lontano 1708, compilò l’inventario della farnesiana «Galleria dei quadri» non aveva probabilmente coscienza del fatto che quel documento, rimasto inedito fino al 1870 ma solo oggi — grazie a questo lavoro – reso organicamente consultabile, costituisse ben più di un regesto ad uso degli amministratori di Francesco I Farnese.

Le trecentoventinove opere che Giuseppe Bertini ripropone ora alla nostra attenzione ed ammirazione, insieme alla serie dei documenti che in epoche diverse erano stati stilati per ordinare le raccolte di Corte, testimoniano di un processo di selezione accurato e volontario e rappresentano il vero e proprio atto costitutivo di un primo «museo moderno».

Museo di Corte, certamente, ma proprio per questo riflesso di un gusto che si era venuto affinando col succedersi delle generazioni fino a competere con quello che aveva ispirato il costituirsi delle imponenti e preziose collezioni Medicee. Ma anche museo di una città, Parma appunto, che in quella Corte si era sempre riconosciuta, offrendosi, compiaciuta, all’ammirazione dei viaggiatori stranieri che, per visitare la Ducale Galleria, inserivano la nostra città tra le mete prinapali del Grand Tour.

Le travagliate vicende che le opere della collezione Farnesiana hanno dovuto sopportare dopo il 1734 sono in questa stessa sede ben documentate, oltre che dal lavoro di Giuseppe Bertini, dagli interventi critici di Nicola Spinosa, Soprintendente per i beni artistici e storici di Napoli, e di Pierluigi Leone de Castris.

A noi non resta che complimentarci per il loro lavoro che, giunto finalmente a compimento, di consente di riappropriarci dei valori più rappresentativi della nostra storia. E questo, nella tradizione della Cassa di Risparmio di Parma da sempre impegnata a diffondere nel mondo l’immagine della nostra città.

[Luciano Silingardi, Presidente della Cassa di Risparmio di Parma]

 

Indice:

  • Introduzione, di Nicola Spinosa
  • Riflessioni filologiche e muscografiche nulla ducale Galleria di Parma nel 1708 ed il collezionismo dei Farnese, di Pierluigi Leone de Castris
  • I dipinti della Galleria del Duca di Parma e la loro dispersione, di Giuseppe Bertini
  • Bibliografia
  • I dipinti della Galleria del Duca di Parma nell’Inventario del 1708
  • Inventari di dipinti farnesiani dal 1587 al 1799
  1. Quadri di Ranuccio Farnese nel 1587
  2. Quadri di Palazzo Farnese di Roma nel 1653 
  3. Quadri inviati da Roma a Parma nel 1662 
  4. Quadri di Palazzo Farnese di Roma nel 1662-1680
  5. Quadri di Palazzo del Giardino di Parma nel 1680c.
  6. Quadri di Palazzo Madama di Piacenza nel 1693 [1693 I] 
  7. Quadri dell’ appartamento della Principessa Maria Maddalena nel 1693 [1693 II) 
  8. Quadri del Palazzo della Pilotta da inviare a Colorno nel 1708 [1708 II] 
  9. Quadri di Palazzo del Giardino di Parma nel 1708 [1708 III]
  10. Quadri del Palazzo di Colorno nel 1734 [1734 I]
  11. Quadri del Palazzo Ducale di Parma nel 1734 [1734 II]
  12. Quadri inviati da Roma a Napoli nel 1759
  13. Quadri inviati da Roma a Napoli nel 1760
  14. Quadri inviati da Napoli a Palermo nel 1798
  15. Quadri di Capodimonte scelti per la Repubblica Francese nel 1799
  16. Quadri asportati dai Francesi nel 1799 e ricuperati a Roma
  • Indici 
  • Galleria del Duca di Parma 
  • Dipinti della Galleria rintracciati a Capodimonte
  • Dipinti della Galleria rintracciati fuori da Capodimonte
  • Dipinti farnesiani rintracciati
Note bibliografiche

Pubblicazione di strenna bancaria realizzata da Nuova Alfa per conto della Cassa di Risparmio di Parma, di grande formato; a copertina rigida in tela bianca con titolazioni in bianco e verde al piatto e al dorso; rilegata a filo; arricchita da fotografie in B/N e a colori; dotata di sovracoperta lucida fotografica a colori; stampata su carta semi-lucida di buona qualità e grammatura, con layout del testo su una e su tre colonne ed ampia marginatura ai paragrafi.

Stato di conservazione

Come Nuovo [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e resistente; copertine rigide quasi intatte, con pochi segni del tempo ed impolverature al dorso; sovracoperta ottimamente conservata, con minimi segni di vissuto; coste ancora luminose; ingiallimento delle pagine molto ridotto e nella norma per l’età ed il materiale]

Informazioni aggiuntive

Peso 3,00 kg
Dimensioni 28,5 × 31,7 × 3,3 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Bologna

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Condition n/a
Notes Il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e resistente; copertine rigide quasi intatte, con pochi segni del tempo ed impolverature al dorso; sovracoperta ottimamente conservata, con minimi segni di vissuto; coste ancora luminose; ingiallimento delle pagine molto ridotto e nella norma per l'età ed il materiale.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Giuseppe Bertini, La Galleria del Duca di Parma. Storia di una Collezione, Ed. Nuova Alfa, 1987”