Cesare Dapino (a cura di), Il teatro italiano – Vol. V: il libretto del melodramma dell’Ottocento (tomo 3), Ed. Einaudi, 1985

12,50 [12,02 + I.V.A.]

Una panoramica critica curata dal Dapino sulle forme della librettistica melodrammatica a teatro nel XIX secolo.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: ,
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione e Anno Einaudi, Torino, 1985 Curatore
Introduzione
Cesare Dapino
Folco Portinari
N. Volumi 1 (su 3 complessivi) N. Pagine LXVI + 331
Dimensioni 11,5 x 19,5 x 2,5 cm. Peso (senza imballo) 0,31 kg.
Descrizione

Dopo un primo tomo in cui figuravano Anelli, Sterbini, Romani e Cammarano, librettisti di Rossini, Bellini e Donizetti, e un secondo interamente dedicato all’opera verdiana, questo terzo e ultimo tomo analizza quel periodo storico del melodramma noto come “dopo Verdi“.

 

Indice:

  1. Arrigo Boito, La Gioconda
  2. Arrigo Boito, Falstaff
  3. Ruggero Leoncavallo, Pagliacci
  4. Luigi Illica, La Wally
  5. Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, La Bohème

Un’ampia appendice è dedicata alle cronache del tempo, alle critiche e alle descrizioni degli spettacoli.

Note bibliografiche

Prima Edizione a copertina morbida illustrata, titolata al piatto e al dorso, pubblicata nel 1985, rilegata a filo.

Stato di conservazione

Ottimo [volumi utilizzati pochissimo e pertanto non recanti danni, strappi, usure pesanti, logorii o scritte; bordi e spigoli ancora netti; legatura molto resistente; il tempo ha lasciato tracce del suo passaggio con un po’ di polvere ai piatti e alle coste ed inscurimenti agli spigoli esterni delle pagine; interni pressoché intonsi, con ingiallimento della carta assolutamente entro la media per l’età e l’edizione].

Informazioni aggiuntive

Peso 0,31 kg
Dimensioni 11,5 × 19,5 × 2,5 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Torino

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Condition Very Good
Notes Volumi utilizzati pochissimo e pertanto non recanti danni, strappi, usure pesanti, logorii o scritte; bordi e spigoli ancora netti; legatura molto resistente; il tempo ha lasciato tracce del suo passaggio con un po' di polvere ai piatti e alle coste ed inscurimenti agli spigoli esterni delle pagine; interni pressoché intonsi, con ingiallimento della carta assolutamente entro la media per l'età e l'edizione.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Cesare Dapino (a cura di), Il teatro italiano – Vol. V: il libretto del melodramma dell’Ottocento (tomo 3), Ed. Einaudi, 1985”