-21%

Franco Bertoni, Claudio Silvestrin, Ed. Octavo, 1999

53,00 [50,96 + I.V.A.]

Considerato da molti il più grande maestro del minimalismo, l’architetto Claudio Silvestrin è l’autore del progetto del Riverside One…

Availability: Disponibile Categoria:
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione Octavo, Firenze, 1999 Illustrazioni Fotografie a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 237
Dimensioni 26,3 x 29 x 2,6 cm. Peso 1,89 kg.
Descrizione

C

onsiderato da molti il più grande maestro del minimalismo, l’architetto Claudio Silvestrin è l’autore del progetto del Riverside One. Una semplicità monastica caratterizza la sua opera, una ricerca perpetua per ottenere il meglio dalla luce e dallo spazio. [Bare, «Modern Times», BBC2, Marzo 1998]

Claudio Silvestrin ha disegnato il nuovo negozio di Calvin Klein Collection a Parigi… La moda è un’attività effimera. Ciononostante, esiste una certa affinità tra la perdurante semplicità dei modelli di Klein e la sensibilità austera di Silvestrin. La sua architettura primordiale fatta di luce e di forma astratta suggerisce un senso di infinito e di assenza di tempo nella transitorietà occidentale. Gli spazi che lui modella nella pietra, il vetro opalescente e i piani di luce tenue e d’ombra trasmettono una sensazione di mistero e di trascendenza dal mondo materiale. [Penny McGuire, «The Architectural Review», 1997]

Il nuovo spazio di Jopling è letteralmente un ‘cubo bianco’ (White Cube) progettato dall’architetto Claudio Silvestrin; la luce diffusa da due strette finestre verticali si affaccia sul volume perfettamente bilanciato dell’unica stanza, ed è come entrare nell’occulto di un luogo sacro. [Richard Dyer, «Art Press», 1993]

Nella villa, è completamente assente ogni genere di ornamento. Nondimeno, c’è una facilità di movimento da spazio a spazio ed all’interno di ciascuno di essi che di rado esiste in abitazioni con stanze strutturate in modo più tradizionale. Entro le gigantesche pareti che creano una senso di protezione, c’è una serenità visiva derivante dal rifiuto di indulgere in dettagli decorativi. “Col minimo numero di oggetti, di materiali, di forme, di linee, di colori, di segni”, scrive Silvestrin, “l’invisibilità dello spazio quasi svanisce: lo spazio è, almeno intuitivamente, visibile.” [Doris Lockhart Saatchi, «Vogue Decoration», 1991]

Note bibliografiche

Prima Edizione del 1999, non molto comune, a copertina rigida in tela nera con titolazioni argentate al dorso; dotata di sovracoperta lucida fotografica in B/N; rilegata a filo; stampata su carta semi-lucida di buona qualità; corredata da numerose fotografie a colori.à.

Stato di conservazione

Ottimo [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e resistente; copertine rigide in ottimo stato e con pochi segni del tempo; sovracoperta ben conservata, seppur con alcuni segni di vissuto ai bordi (e rinforzi sottili a nastro adesivo trasparente in corrispondenza del dorso) e leggerissime opacità da sfregamento ai piatti; coste abbastanza luminose]

Informazioni aggiuntive

Peso 1.89 kg
Dimensioni 26.3 × 29 × 2.6 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Firenze

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Colore principale

,

Lingua

Condition Very Good
Notes Il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e resistente; copertine rigide pressoché intatte; sovracoperta in ottime condizioni, con pochi segni di vissuto ai bordi e leggere opacità da sfregamento ai piatti; coste abbastanza luminose.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Franco Bertoni, Claudio Silvestrin, Ed. Octavo, 1999”