-45%

Giovanna Massobrio, Maria Ercadi e Stefania Tuzi, Paolo Portoghesi architetto, Ed. Skira, 2001

33,00 [31,73 + I.V.A.]

La più completa monografia dedicata alle opere architettoniche di Paolo Portoghesi, composta a più mani e inizia con una introduzione di Christian Norberg-Schulz

Availability: Disponibile Categoria:
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione Cantini, Firenze, 1991 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N e a colori
Introduzione Christian Norberg-Schulz Fotografie Moreno Maggi, Paolo Portoghesi e Oscar Savio
N. Volumi 1 N. Pagine 319
Dimensioni 26,3 x 29,7 x 3,8 cm. Peso 2,50 kg.
Descrizione

Q

uesta monografia, la più completa dedicata alle opere architettoniche di Paolo Portoghesi, è composta a più mani e inizia con una introduzione di Christian Norberg-Schulz, il grande teorico del Genius Loci, scritta poco prima della sua morte prematura nel 1999. La profonda affinità culturale che legava Norberg-Schulz e Portoghesi fa sì che tra gli scritti del primo e le opere architettoniche del secondo (specialmente quelle del periodo 1960-1980) si sia creata una sorta di complementarietà, chiaramente esposta nella prima monografia sulle opere di Portoghesi e Gigliotti (Alla ricerca della architettura perduta, Roma 1975) e prima ancora nel libro Esistenza Spazio e Arcbitettura.

II secondo testo è della moglie Giovanna Massobrio – preziosa collaboratrice e coautrice di una serie di volumi sulla storia del gusto nel Novecento – che nel capitolo “Architettura come vita” descrive a tutto tondo la sua personalità poliedrica e la sua passione per l’architettura intesa come missione e ragione di vita. Stetania Tuzi, poi, ricostruisce in quattro capitoli l’itinerario culturale di Portoghesi nei diversi periodi della sua vita.

Una serie di schede, scritte da Maria Ercadi, illustra parallelamente l’attività storica e critica. L’imponente bibliografia ragionata che conclude il volume comprende, tra l’altro, gli interventi più significativi al dibattito durato vent’anni sulla Moschea di Roma, una delle opere dell’architettura italiana del Novecento che più hanno diviso l’opinione pubblica prima che ne venisse riconosciuta l’importanza storica e la qualità estetica.

 

Indice:

  • Paolo Portoghesi, un architetto romano, di Christian Norberg-Schulz
  • Architettura come vita, di Giovanna Massobrio
  • L’opera architettonica
    • Contributi teorici 1953-1964
    • Capitolo I
      Il problema della continuità dal periodo scolastico al 1963
    • Contributi teorici 1965-1979
    • Capitolo II
      Lo spazio come sistema di luoghi
    • Contributi teorici 1979-1990
    • Capitolo III
      La poetica dell’ascolto e il postmoderno
    • Contributi teorici 1990-2001
    • Capitolo IV
      Natura e architettura. Abitare la terra
    • Regesto delle opere
    • Bibliografia
Note bibliografiche

Prima Edizione Skira del 2001, a copertina rigida rossa cartonata muta, con titoli in bianco al dorso; dotata di sovracoperta semi-lucida fotografica a colori; rilegata a filo; stampata su carta semi-lucida di buona qualità e grammatura; arricchita da numerose fotografie e disegni in B/N e a colori.

Esaurito anche presso l’Editore.

Stato di conservazione

Ottimo [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e robusta; copertine rigide in ottimo stato, con leggerissime abrasioni su alcuni spigoli ed un segno superficiale al piatto posteriore; sovracoperta lucida fotografica completa e decorosa, con alcune crepe ai bordi (rinforzate con nastro adesivo trasparente) ed una rottura al piatto posteriore dovuta a un urto “censurata” con un’etichetta bianca di cortesia; ingiallimento delle pagine quasi assente; coste poco impolverate]

Informazioni aggiuntive

Peso 2 kg
Dimensioni 24.8 × 28.7 × 2.8 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Colore principale

Lingua

Condition Very Good
Notes Il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e robusta; copertine rigide in ottimo stato, con leggerissime abrasioni su alcuni spigoli ed un segno superficiale al piatto posteriore; sovracoperta lucida fotografica completa e decorosa, con alcune crepe ai bordi (rinforzate con nastro adesivo trasparente) ed una rottura al piatto posteriore dovuta a un urto "censurata" con un'etichetta bianca di cortesia; ingiallimento delle pagine quasi assente; coste poco impolverate.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Giovanna Massobrio, Maria Ercadi e Stefania Tuzi, Paolo Portoghesi architetto, Ed. Skira, 2001”