Ugo Foscolo, Opere edite e postume: Epistolario [1794-1827], Ed. Le Monnier, 1852-1854

125,00 [120,19 + I.V.A.]

L’Epistolario di Foscolo è uno dei più interessanti della letteratura italiana e consente di seguire lo svolgimento delle vicende biografiche, psicologiche e culturali del poeta…

Availability: Disponibile Categorie: ,
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione Felice Le Monnier, Firenze, 1852-1854 Illustrazioni Incisione con la tomba dell’Autore in antiporta al terzo tomo
N. Volumi 3 N. Pagine 584 + 404 + 476
Dimensioni 12,3 x 18 x 8,5 cm. Peso 1,28 kg.
Descrizione

T

itolo completo: «Epistolario raccolto da F.S. Orlandini e da E. Mayer».

L’Epistolario foscoliano è uno dei più ricchi e interessanti della letteratura italiana: benché molte lettere siano andate smarrite, l’epistolario consente di seguire da vicino lo svolgimento delle vicende biografiche, psicologiche e culturali del poeta. Prevalenti sono le lettere d’amore, ma ve ne sono altre rivolte alla famiglia, amici, conoscenti ed editori.

Si avverte nelle sue lettere un’intenzione di esibizionistica di esprimere la propria soggettività e il proprio narcisismo. Questo avviene attraverso la costruzione di un personaggio, di vari personaggi, come se per parlare di sé Foscolo avesse avuto bisogno di specchiarsi in un “doppio”. Falso e vero sono indissolubili nelle sue lettere.

Nelle lettere d’amore il confine tra spontaneità ed artificio diviene indefinibile, le dichiarazioni d’amore eterno e insuperato si susseguono con un’ostentazione e morbosa intensità da risultare esibizionistiche.

Più seducenti risultano le lettere puntate sulla propria fisionomia pubblica della quale l’autore non si stanca di rivendicare l’integrità e il decoro, scontrandosi con la necessità di difendersi da maldicenze e di umiliarsi a chiedere prestiti e soccorsi. Di particolare interesse appaiono le lettere dell’esilio inglese, dove l’eroismo ostentato lascia posto ad una consapevolezza tragica del bisogno e della sventura.

Note bibliografiche

Edizione del 1852-1854 composta dai voll. VI, VII e VIII della collezione “Opere edite e postume di Ugo Foscolo” contenente le lettere del poeta scritte tra il 1794 ed il 1827, a copertina rigida in tela nera e pelle blu scuro, con dorso a 5 nervature titolato in oro; rilegata a filo e stampata su carta di buona qualità; incisione in B/N in antiporta del terzo tomo raffigurante la tomba di Foscolo nel cimitero di Chiswick.

Stato di conservazione

Ottimo [volumi utilizzati poco e ben conservati, pertanto non recanti danni, strappi, usure pesanti, o logorii critici; copertine ottime con bordi e spigoli ancora netti e senza abrasioni degne di nota (ripresa del colore ben fatta con pennarelli correttivi in piccoli punti di margine); legature snodate e tenaci; coste imbrunite in maniera normale; carta delle pagine ancora piuttosto luminosa e con pochi segni del tempo; poche scritte all’interno (antiche) in punti non rilevanti dell’opera]

Informazioni aggiuntive

Peso 1.28 kg
Dimensioni 12.3 × 18 × 8.5 cm
Autore/i

Niccolò (Ugo) Foscolo [1778-1827]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Firenze

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Condition Very Good
Notes Volumi utilizzati poco e ben conservati, pertanto non recanti danni, strappi, usure pesanti, logorii o scritte, ma con rinforzi in colla vinilica ai dorsi per cedimenti del materiale non nobile utilizzato per le copertine; bordi e spigoli un po' abrasi ma più che decorosi; legature snodate e resistenti; coste imbrunite dalla polvere e con piccole fioriture superficiali; carta delle pagine ancora piuttosto luminosa e con pochi segni del tempo; poche scritte all'interno (antiche) in punti non rilevanti dell'opera.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Ugo Foscolo, Opere edite e postume: Epistolario [1794-1827], Ed. Le Monnier, 1852-1854”